Pier Paolo Pasolini, nato nel 1922 e assassinato nel 1975, è una delle personalità più profonde e più problematiche della cultura del Novecento. Per i cento anni dalla sua nascita, Enzo Moscato gli rende omaggio con questo Cennere e Diamanti. Secondo Moscato “Pasolini è una figura eretica ed emblematica del 900 italiano, che ha sovvertito la storia e la cultura di una nazione ancorata su posizioni medio-borghesi, raccontando quello che un vile silenzio omertoso nascondeva al popolo annebbiato dal potere consumistico di una società superficiale e corrotta. La sua arte sopravvive attualissima e, per noi, nel centenario della sua nascita, è un dovere assoluto raccontare, mostrare l’opera immensa che ci ha lasciato, dando credito alle sue verità, per far sì che non venga dimenticato l’uomo e l’artista vittima di un delitto efferato ancora avvolto nel mistero.” In scena insieme a Giuseppe Affinito, Emilio Massa, e Anita Mosca, Moscato utilizza il suo linguaggio teatrale inconfondibile per raccontare il lavoro poetico, letterario e cinematografico di Pasolini, dando vita a una “performance  che – ci dice — tenendosi lontana dal rischio sempre presente, di fare del poeta e del regista, esattamente l’opposto, e cioè di praticare, su di lui una sorta di idolatria, senza spessore critico, si propone soprattutto di evidenziare e di metterne in luce la straordinaria modernità di voce lirica e di invenzione filmica, apocalittica e visionaria.

CENNERE E DIAMANTI

percorso scenico in omaggio a Pier Paolo Pasolini

di Enzo Moscato

con Giuseppe Affinito, Emilio Massa, Enzo Moscato, Anita Mosca

regia Enzo Moscato

produzione Casa del Contemporaneo

5 Date programmate

Dove