Il romanzo del reale  
sul cinema di e da Leonardo Di Costanzo

lunedì 3 giugno
ore 19 PROCIDA di AA.VV. – Italia, 2023 -68’ (ingresso libero)
ore 20:30 ODESSA di Leonardo Di Costanzo – Italia, Francia, 2006 – 65’
Acquista qui

martedì 4 giugno
ore 19 LA MALATTIA DEL DESIDERIO di Claudia Brignone – Italia, 2014 – 56’
ore 20:30 A SCUOLA di Leonardo Di Costanzo e Bruno Oliviero – Italia, 2003 – 60’
Acquista qui

mercoledì 5 giugno
ore 19 APPUNTI SULLA MIA FAMIGLIA di Caterina Biasiucci – Italia, 2017 – 42’
ore 20:30 PROVE DI STATO di Leonardo Di Costanzo – Francia, 1998, 84’
Acquista qui

con Leonardo Di Costanzo in dialogo con Angelo Curti, saranno presenti gli autori e i protagonisti dei film.
Biglietto d’ingresso per ogni serata 5 euro 

LUNEDÌ 3 GIUGNO

  • ore 19 PROCIDA di AA.VV. – Italia, 2023 – 68’ (ingresso libero)
    Nell’anno di Procida Capitale della Cultura, 12 ragazze e ragazzi, tra i 17 e i 25 anni, si
    sono incontrati sull’isola durante l’Atelier di cinema del reale. Alcuni di loro non avevano
    mai usato una telecamera, molti non erano mai stati a Procida. Questo film nasce dal
    desiderio di raccontarla e dalla volontà di interrogarsi sulla forma e il desiderio di fare
    cinema. Procida è una narrazione che si nutre del magma e dell’energia degli incontri con
    le persone dell’isola, la bellezza e la memoria.
  • ore 20:30 ODESSA di Leonardo Di Costanzo e Bruno Oliviero – Italia, Francia, 2006 – 65’
    È la testimonianza straordinaria di un capitolo di storia sovietica, ovvero la ricostruzione e i
    ricordi dei marinai abbandonati nella nave Odessa, attraccata per anni nel porto di Napoli.
    Questa nave mercantile di proprietà di una società fallita e quindi sequestrata da un
    tribunale, è stata abitata per anni da un equipaggio fantasma sopravvissuto in condizioni
    estreme (senza riscaldamento, viveri, stipendi). La storia segue la loro odissea fra vita di
    bordo, ospedali, tribunali nella speranza di ritrovare la propria dignità di uomini.

MARTEDÌ 4 GIUGNO

  • ore 19 LA MALATTIA DEL DESIDERIO di Claudia Brignone – Italia, 2014 – 56’
    Napoli, quartiere Fuorigrotta. Sullo sfondo c’è lo stadio San Paolo e la storica sede della
    Rai. Proprio sotto la curva A sorge il SerT: servizio per le tossicodipendenze. In questo
    quartiere, che la domenica si popola di tifosi, c'è un luogo che custodisce le storie e le vite
    di medici e pazienti. Per più di due anni la regista ha frequentato il Ser.T ascoltando le
    voci di chi prova a uscire dalla “dipendenza”, definita dai medici “la malattia del desiderio”.
    Ognuno sembra avere la sua terapia, anche se spesso si rivela soltanto un tentativo.
  • ore 20:30 A SCUOLA di Leonardo Di Costanzo – Italia, Francia 2003 – 60’
    Per un intero anno scolastico, Leonardo Di Costanzo ha seguito la vita nelle classi, nei
    corridoi e nelle sale dei professori della scuola media Nino Cortese, nella periferia di
    Napoli. Ma i protagonisti di questo documentario non sono i ragazzi: A Scuola è un film
    sugli insegnanti e sulla preside che, costretti a svolgere il loro lavoro in completa assenza
    delle istituzioni, con il loro impegno riempiono di senso, l’istituzione della scuola
    dell’obbligo.

MERCOLEDÌ 5 GIUGNO

  • ore 19 APPUNTI SULLA MIA FAMIGLIA di Caterina Biasiucci – Italia, 2017 – 42’
    Il film racconta le immagini e l’immaginario della famiglia della regista. Attraverso il dialogo
    tra le immagini di repertorio familiare, il film si apre ad un flusso più vasto sulle origini, sui
    rapporti, sulla crescita, ricercando un possibile sentimento familiare: la storia d’amore tra i
    genitori; l’attenzione a quei riti quotidiani che svelano affetti, complicità, mancanze; lo
    sguardo sui fratelli e la loro visione, quasi anelando un ritorno nel grembo materno.
  • ore 20:30 PROVE DI STATO di Leonardo Di Costanzo – Francia, 1998, 84’
    Il documentario racconta dei primi due anni da sindaca di Luisa Bossa, ex preside liceale
    eletta ad Ercolano (Na) nel 1995, subito dopo Mani Pulite. Attraverso la sua figura e la sua
    attività politica, si racconta il microcosmo italiano di quegli anni, attraverso la sua
    determinazione e l’impegno a migliorare le condizioni del paese.