Il primo appuntamento con la rassegna Fuori Controllo è Meridiani: semifinalista al Premio Scenario 2021, è un testo di Carlo Galiero, diretto da Chiarastella Sorrentino — in scena insieme a Loris De Luna e Giuseppe Brunetti – lo spettacolo, dal linguaggio leggero, sognante e poetico, riesce a toccare temi universali come l’infanzia, l’amore, la morte e lo scorrere del tempo.

La storia è quella di Gigo e Reii, due orfani cresciuti insieme che si guadagnano da vivere suonando alle feste dei bambini; in realtà, Reii è da sempre innamorato di Gigo, ma è troppo spaventato per esprimere i suoi sentimenti e affoga la sua frustrazione nell’alcool. Per accontentare la ragazza, Reii accetta di accompagnarla sull’isola dei morti in occasione della notte dei miracoli, quando tradizionalmente i morti tornano in vita.

È durante il viaggio verso l’sola che i due conoscono Dinamo, un archeologo a cui non resta molto da vivere, e di cui Gigo si innamora… da quel momento le vite dei tre personaggi resteranno intrecciate indissolubilmente in un legame che sfiderà la delusione, le umiliazioni e la morte stessa e che vedrà i tre ragazzi andare nella stessa direzione e cercarsi per tutta la vita, seppur viaggiando in tempi diversi, proprio come tre meridiani. Gigo, Reii e Dinamo sono gli anagrammi di “oggi”, “ieri” e “domani”, a sottolineare il valore metaforico del racconto, che, come ci spiega la giovane regista, parte da una domanda

«in che modo i morti che abbiamo amato continuano ad appartenerci anche quando non ci sono più? Quanto la loro misteriosa presenza è veramente desiderata da chi resta in vita?».

 

MERIDIANI

con

Giuseppe Brunetti

Loris De Luna

Chiarastella Sorrentino

drammaturgia

Carlo Galiero

regia

Chiarastella Sorrentino

progetto sonoro

Filippo Conti

disegno luci

Sebastiano Cautiero

scenografia

Rosita Vallefuoco

costumi

Rachele Nuzzo

aiuto regia

Elvira Scorza

assistente alla regia

Caterina Modafferi

 

2 Date programmate

Dove