Sagoma
Monologo per luce sola
di Fabio Pisano
regia e luci Davide Iodice
con Nando Paone
e con Matteo Biccari
assistente alla regia Carlotta Campobasso
collaborazione Francesco Guardascione e Francesco Piciocchi
comunicazione e organizzazione Gabriella Diliberto

produzione Artgarage – Teatro

durata 70 minuti

Sagoma – monologo per luce sola è il racconto di un attore intento a trovare il controluce perfetto per il suo spettacolo. Uno spettacolo che forse rappresenta una risposta alla sua vita sovraesposta ai riflettori talvolta accecanti, riflettori che spesso non gli hanno permesso di mostrarsi per quel che è, ma soltanto per quel che il pubblico vuole che lui sia. Nessuna redenzione dunque, nessun rimorso, soltanto la volontà d’essere contro, per una volta, una volta soltanto. Insieme a lui, su una scala, il tecnico intento a spostare i fari intento a trovare il contro perfetto, parla e interagisce col protagonista soltanto mediante la luce. Lo Zen e il Tiro con L’arco è la guida, per il protagonista, e rappresenta la chiave di volta del suo essere lì, ora, in contro, per raggiungere il finale, l’epilogo da lui solo sognato o forse sperato. 

 

Dove