I due poemetti composti tra il 1593 e il 1594 sono le uniche opere di Shakespeare di cui l’autore abbia curato la stampa personalmente, cosa mai accaduta né con le sue opere teatrali né con i più famosi Sonetti; e si possono dunque considerare come gli unici e certi originali di quell’autore dai contorni incerti che porta il nome di William Shakespeare.

19.03.2021 Venere e Adone

20.03.2021 Lo stupro di Lucrezia

21.03.2021  Venere e Adone e Lo stupro di Lucrezia

regia, traduzione, adattamento teatrale e ricerca musicale

Valter Malosti

produzione

TPE – Teatro Piemonte Europa / Teatro di Dioniso

Condividi su: