Thioro è uno spettacolo nato in Senegal. Reinvenzione dal respiro africano di Cappuccetto Rosso, una delle fiabe europee più popolari al mondo e di cui esistono numerose varianti, lo spettacolo evoca il popolare racconto della bambina che indossa un cappuccio rosso e che, mentre attraversa il bosco per portare provviste alla nonna, incontra un temibile lupo che la inganna. In realtà, in un ritmo pulsante e grazie all’intreccio di diverse lingue, strumenti, lo spettatore attraversa non il bosco, ma la savana, incontra non il lupo, ma Buky la iena, in un viaggio immaginifico e bruciante attraverso l’Africa.

Un lavoro che fa incontrare e mette in corto circuito la fiaba europea con la tradizione africana, partendo dalla suggestione di come l’origine esatta di Cappuccetto Rosso continui a essere un’incognita e narrazioni ispirate allo stesso tema possano trovarsi non solo nel folklore europeo, ma anche nella tradizione del Lontano e Medio Oriente e in Africa.

per la scuola primaria e secondaria di I grado
teatro d’attore e musica dal vivo | durata 50 minuti
spettacolo a numero limitato di spettatori. Il pubblico sarà seduto nello spazio scenico

calendario:
> per la scuola: lunedì 18 marzo ore 9.30
> per le famiglie: domenica 17 marzo ore 17 e 18.30 (per tutti dai 6 anni)

Compagnia Ravenna Teatro/Ker Théâtre Mandiaye N’Diaye – Dakar, Senegal
Thioro un cappuccetto rosso senegalese

di Alessandro Argnani, Simone Marzocchi e Laura Redaelli
con Fallou Diop, Adama Gueye, Andrea Carella
regia Alessandro Argnani

Dove