La vicenda si ispira alla tragica fine della principessa Diana, mito planetario dell’immaginario pop con derive da rotocalco, e ritrae con gusto dissacrante la reazione convulsa e aspra della Regina che qui si esprime in un napoletano sguaiato e plebeotto. Di fronte alle resistenze ostinate e agli strepiti della Regina, il Primo Ministro non ha altra strada che ricorrere ad alcune battute del Riccardo III di Shakespeare come modello di esemplare cordoglio.

uno di

Giuseppe Patroni Griffi

con

Lara Sansone, Andrea Renzi, Ingrid Sansone, Luciano Saltarelli

regia

Francesco Saponaro

altri crediti

costumi Roberta Nicodemo, luci Cesare Accetta, suono Daghi Rondanini

produzione

Teatro Sannazaro – Tradizione e Turismo, Teatri Uniti

Condividi su:

Dove