“Quando una mamma e un papà decidono di avere un bambino… dove vanno a prenderlo?
Al Supermercato? O in mezzo ai fiori se cercano una femminuccia e ai cavoli se desiderano un maschietto?”

Avvolti da morbido tessuto delicato, stretti e coccolati da pochi e ovattati rumori esterni, si comincerà con il raccontare una storia. Una di quelle storie in cui ognuno, almeno per una volta, è stato protagonista: la nascita. Sospesi in una grande bolla di colore rosa i piccoli ospiti, accompagnati da un personaggio misterioso, vivranno la magia di tornare nella pancia della mamma. Un po’ per farsi cullare ancora una volta dal moto di dolce liquido amniotico guidati dal suono delle ninne nanna e un po’ per scoprire come nasce una vita. E ancor di più come ci si trasforma, in nove lunghi mesi, da lenticchie piccole piccole a bambini veri: il colore della pelle, degli occhi e dei capelli, la forma del naso e l’altezza.

Un’esperienza percettiva che gioca con i ricordi della prima infanzia per un primo approccio alla sessualità.

 

Condividi su:

con

con Sandra Mouaikel – ideazione Luciana Florio spazio scenico Monica Forster, effetti sonori Enrico de Capoa, luci Riccardo Cominotto

produzione

Le Nuvole/Casa del Contemporaneo